Sacher: esempio di un’esperienza di turismo enogastronomico eccellente

WhatsApp Image 2017-03-03 at 13.45.45

La magia inizia nel 1832, quando il Principe di Mettermich chiede ai suoi pasticceri un dolce che stupisca i suoi invitati. Il capo pasticciere quel giorno è malato e il giovane Franz Sacher, apprendista di soli 16 anni, assembla in qualche modo i pochi ingredienti disponibili in cucina. Non si aspettava di certo che la sua creazione facesse rimanere a bocca aperta gli illustri ospiti e, soprattutto, il Principe!

WhatsApp Image 2017-03-03 at 13.45.40Così è nata la torta al cioccolato più famosa al mondo, la cui sola vista ti fa brillare gli occhi e venire l’acquolina in bocca. Stiamo parlando, ovviamente, della Sacher-Torte, un pilastro della storia di Vienna.

Come avviene per tutti i più grandi successi al mondo, si è scatenata una vera e propria faida, chiamata a Vienna la guerra dei sette dolci anni, sull’attribuzione della Vera Sacher. La pasticceria Demel, a lungo pasticceria di corte, aveva infatti acquistato da Eduard Sacher, nipote di Franz, i diritti per ornare le proprie torte con il sigillo di “Originale-Sacher-Torte”, diritto poi rivendicato dalla stessa famiglia Sacher. Il giudice ha però deciso che la torta originale è quella venduta nei locali Sacher. Il nome non mente!

L’Hotel Sacher, insieme al Cafè, alla caratteristica Stube e alla Boutique-Spa, rappresenta una meta immancabile per i turisti enogastronomici. Che ci sia sole, pioggia o vento, i locali sono sempre pieni e la coda per entrare è costante. Quando entri, però, vieni trasportato dalla delizia dei profumi e dalla maestosità degli arredi, ritrovandoti immediatamente nel pieno dell’epoca d’oro dell’impero austriaco: riesci quasi a vedere la principessa Sissi che fa merenda nel tavolo accanto! Se ti guardi intorno vedi turisti di ogni nazionalità intenti a scattare una foto ricordo della Torta Sacher che stanno assaporando, ricordandoti così di essere ancora nel 2017.

WhatsApp Image 2017-03-03 at 13.45.37

La realtà sembra svanire poco dopo: il menù, sorretto da un bastone porta giornale in legno antico, oltre ad elencare i deliziosi dessert, le cioccolate calde e la selezione di tè, racconta la storia e gli aneddoti del posto. Sembra di sfogliare un vero e proprio giornale d’epoca! Esiste poi una rivista edita da Sacher che racconta il territorio, i propri prodotti e descrive le strutture nelle quali è possibile gustare la Originale-Sacher-Torte, che dal 2000 ha varcato i confini della capitale approdando anche a Salisburgo.

L’esperienza gustativa è enfatizzata dall’atmosfera imperiale, ma la torta Sacher è sublime ovunque, e all’Hotel Sacher lo sanno bene. Le possibilità sono molte: la torta può essere acquistata direttamente in negozio per portarla a casa, come un dolce ricordo della vacanza o un gustoso dono per amici e parenti, in una comoda ed elegante confezione in legno. Ma una volta tornati a casa? Non disperate, la bontà della Sacher non vi abbandona! Grazie allo shop online potete ordinare il formato che più preferite facendovelo arrivare direttamente a casa. Un’esperienza unica, ma fortunatamente ripetibile!

WhatsApp Image 2017-03-03 at 13.45.42