Il Museo Lavazza

Il Museo Lavazza di Torino, inaugurato a Giugno 2018 e progettato dallo studio internazionale di Ralph Appelbaum, è un esempio di percorso per il visitatore a tema gastronomico in grado di utilizzare le nuove tecnologie per coinvolgere l’utente ed arricchire l’esperienza museale.

Attraverso un percorso multimediale sviluppato in differenti tappe e provvisto di oltre 52 punti di interazione, il museo si pone come una full immersion nella cultura del caffè. Un vero e proprio viaggio evocativo,  che consente al visitatore di ripercorrere la storia dell’azienda, del prodotto e della sua filiera produttiva in modo completo, informativo ed allo stesso tempo coinvolgente. Obiettivo che sfrutta lo strumento dello storytelling lungo tutto il percorso, con testi curati dalla Scuola Holden con la supervisione di Alessandro Baricco.

All’inizio del percorso ad ogni visitatore viene consegnata una “tazzina interattiva” dotata di un sensore RFID (radio frequency identification) in grado di interagire con il sistema informatico del museo. Questa viene utilizzata come strumento attraverso il quale il visitatore,  tappa dopo tappa, può interagire con le installazioni, attivare i dispositivi e proiezioni immersive e scattarsi delle foto. Usufruendo del percorso in modo autonomo, accedendo a contenuti informativi e multimediali.

Il percorso si sviluppa in 5 tappe consecutive, basate su temi specifici:

Casa Lavazza: i punti salienti dei 120 anni di storia dell’azienda vengono toccati attraverso una timeline illustrata dal 1895.

La Fabbrica: protagonista di questa tappa la materia prima, il caffè e il suo ciclo di produzione, dalla raccolta nelle piantagioni fino al suo arrivo in fabbrica. Quindi la lavorazione e le figure professionali che ruotano intorno a questo mondo

La Piazza: che sia Piazza San Marco a Venezia o la Piazza di un piccolo paese montano questa è l’ambientazione dove il caffè diventa protagonista di un momento di condivisione, per ricreare questo momento è stata progettata un’ambientazione ispirata alle tipiche piazze italiane degli anni sessanta.

L’atelier: in questa ambientazione, che ricorda nella struttura un atelier fotografico, l’immaginario legato al marchio Lavazza, dalle prime locandine fino agli ultimi spot pubblicitari viene ripercorso alla luce delle collaborazioni creative instaurate dall’azienda durante gli anni. Vengono inoltre organizzati laboratori didattici per i più piccoli.

L’universo: una scalinata porta ad un piano superiore per un’esperienza immersiva, proiezioni a 360 gradi trasportano il visitatore attraverso i vari step del ciclo di produzione del caffè, dalla piantagione fino al tavolino di un bar in una piazza italiana.

Il percorso di visita si conclude con la degustazione di una ricetta speciale di caffè, aggiungendo il gusto al ventaglio sensoriale dell’esperienza. Infine nello store sono esposti gadget ed oggetti iconici che hanno caratterizzato la storia dell’azienda ma anche la cultura italiana del caffè.

Fonte fotografie: www.museo.lavazza.com