Passione per il vino tra innovazione e design d’autore presso la Cantina Petra Suvereto (LI)

La cantina Petra si trova in Val di Cornia, Alta Maremma, l’ ultimo spicchio meridionaleSchermata 2017-02-15 alle 16.31.23 della Costa degli Etruschi, ancora in Provincia di Livorno. Il mare dista soltanto 12 km, all’orizzonte si vede l’Isola d’Elba. La zona si caratterizza per la presenza di aree archeologiche di epoca Etrusca, tra le quali sopra al Golfo di Baratti troviamo Populonia, e di borghi storici di epoca medievale come Suvereto e Campiglia Marittima.

Per tutto questo, ma soprattutto perché rappresenta un’area vocata per la produzione di importanti vini di qualità a taglio bordolese – come ci dimostra l’intervento di Elisa Baciocchi grapes-690230_1280Bonaparte che impianta qui il primo vigneto di uve internazionali – che in seguito a un viaggio di Francesca Moretti in Francia, sarà scelto questo luogo per iniziare un ambizioso progetto enologico che prenderà il nome di Petra.

Con la volontà di comunicare nel modo migliore la passione e l’impegno necessari a sorreggere questa nuova avventura, Vittorio Moretti coinvolge l’amico e noto architetto svizzero Mario Botta per realizzare il “vestito” di questa cantina. E Petra diventa un’icona.

Secondo un sondaggio di www.winenews.it, uno dei siti più cliccati dagli eno-amanti e di Vinitaly, appuntamento enologico di livello internazionale, a cui hanno partecipato 1.050 appassionati già fidelizzati al mondo del vino e del web, l’avveniristica Petra è la prima, per bellezza, architettura e funzionalità, tra le cantine d’autore del Belpaese.

La cantina, qui, non rappresenta quindi solo un luogo di produzione ma diventa un vero e proprio luogo di culto per il vino che conduce a un nuovo modo di fare turismo enogastronomico. A Petra arrivano ogni giorni visitatori da tutto il mondo per la curiosità di lasciarsi impressionare da questo progetto, che il prossimo anno festeggerà l’anniversario dei 20 anni.

È possibile scegliere tra diverse tipologie di visita, partendo da quella classica che prevede un tour dei vigneti e della cantina, passando attraverso uno sguardo sul territorio fino alla spiegazione dei processi di vinificazione e infine la degustazione guidata di tre vini della linea più pregiata Petra. Una visita adatta al neofita del vino, ma anche agli appassionati, agli amanti dell’architettura o del paesaggio.

Per visitare il sito della cantina clicca qui.