MENU

Cité du Vin: positive results for visitor numbers in 2023 and a committed road map in place for 2024

La Cité du Vin ha accolto 385.000 visitatori da quasi 100 diverse nazionalità nel 2023. Questi numeri rappresentano livelli di visita molto positivi, molto vicini a quelli del 2022, nonostante il sito sia stato chiuso per un intero mese per il rinnovamento della mostra permanente. Alla fine del 2023, la Cité du Vin ha accolto più di 2,7 milioni di visitatori da quando è stata aperta, aumentando il suo richiamo verso i visitatori stranieri – che rappresentano più della metà del numero totale – e attirando un flusso costante di locali ai suoi eventi culturali. La nuova gamma di eventi culturali offerti negli ultimi 12 mesi ha incontrato un pubblico molto ricettivo. Forte di questo successo, la Cité du Vin ora vuole rafforzare la sua politica CSR per offrire ai visitatori un’attività altrettanto popolare, ma ancora più sostenibile e responsabile.

Cifre dei visitatori del 2023

Tra febbraio e dicembre 2023, la Cité du Vin ha accolto 385.000 visitatori del pubblico generale da quasi 100 diverse nazionalità, portando il numero totale di visitatori da quando è stata aperta a più di 2,7 milioni.

Dopo una primavera interrotta da scioperi e dimostrazioni, l’eccellente stagione estiva (97.000 visitatori in luglio/agosto 2023) è continuata in autunno, con più di 42.000 visitatori in ottobre (il numero più alto registrato nel mese di ottobre da quando la Cité du Vin è stata aperta). Questi buoni risultati sono dovuti in particolare all’ever-increasing numero di visitatori stranieri, che hanno rappresentato il 51% del numero totale per l’anno. I visitatori spagnoli, britannici e americani sono stati i più numerosi, seguiti da tedeschi e italiani. Il resto dei visitatori si suddivide come segue: 29% turisti francesi, 9% visitatori giornalieri e 11% residenti della Bordeaux Métropole.

Più di 356.000 visitatori sono venuti a vedere la nuova mostra permanente, inaugurata il 4 febbraio, e quasi 24.000 hanno vissuto il percorso sensoriale di degustazione Via Sensoria, disponibile da inizio aprile a inizio novembre. I laboratori di degustazione diurni hanno attratto quasi 11.000 partecipanti individuali. Il programma culturale serale, mirato specificamente ai locali e in particolare ai residenti della Bordeaux Métropole, è stato molto popolare, con più di 2.500 persone che hanno partecipato ai laboratori di degustazione after-work su vini mondiali e abbinamenti cibo-vino, e 4.000 presenti a conferenze, incontri, proiezioni, interviste principali e serate Cinema Gourmet organizzate nel 2023.

Sul lato BtoB, la Cité du Vin ha ospitato 535 eventi aziendali (inclusi 300 eventi, 103 visite guidate e 132 laboratori privatizzati), rendendo così possibile combinare esperienze aziendali e culturali attraverso la privatizzazione delle attività. In totale, 5.900 professionisti hanno partecipato a un’attività culturale durante un evento aziendale, tra cui più di 3.400 a un laboratorio di degustazione e 2.100 al Tour Guidato Essenziale, permettendo loro di scoprire la mostra permanente e il Belvedere. In totale, quindi, quasi 391.000 persone hanno visitato la Cité du Vin nel 2023.

Attrattiva e appeal della nuova offerta culturale

Il 2023 è stato l’anno del rinnovamento per la Cité du Vin. Per la prima volta da quando è stata aperta, la mostra permanente è stata ampiamente riprogettata, con nuove produzioni multimediali, nuove attrezzature e una nuova messinscena. Due offerte di degustazione sono state aggiunte alla gamma di attività culturali: il percorso sensoriale di degustazione Via Sensoria, inaugurato in primavera, e il laboratorio di degustazione Bordeaux 360°. “Queste nuove offerte hanno immediatamente conquistato i cuori dei nostri visitatori. I loro numerosi commenti positivi e la sempre crescente soddisfazione riconoscono il duro lavoro svolto dai nostri team. Rinnovare la nostra offerta culturale era una scommessa. Siamo lieti di dire che ha pagato!” dice Philippe Massol, direttore generale.

Oggi, più del 90% dei visitatori raccomanda la visita ai loro amici e familiari, e il punteggio medio dato alla mostra permanente è quasi 8,75/10, in aumento di 0,75 punti rispetto al 2022. Questi risultati sono in linea con l’obiettivo di raggiungere una Molto Alta Soddisfazione offrendo un’esperienza eccezionale a ogni visitatore nella Cité du Vin.

Nel 2024, sempre più responsabile e impegnato

Forte di questa fiducia dimostrata dai visitatori di tutto il mondo (73% dei quali considera che gli argomenti trattati nella mostra permanente aumentino la loro consapevolezza dello sviluppo sostenibile), la Fondazione per la Cultura e le Civiltà del Vino desidera rafforzare l’impegno per un turismo sostenibile, responsabile e inclusivo alla Cité du Vin. Una politica di Responsabilità Sociale d’Impresa (CSR) basata su tre pilastri (sviluppo sostenibile, benessere dei dipendenti e soddisfazione dei visitatori) è ora dispiegata in tutte le sue attività, rendendo la Cité du Vin un attore nei futuri cambiamenti.

Già certificata “NF ambiente – Siti per visitatori”, “Turismo & Handicap”, e “Intrattenimento Sostenibile: emozione responsabile” a livello Experienced, nell’estate 2023 la Fondazione si è anche unita a CEC NA – Convention des Entreprises pour le Climat (Nouvelle-Aquitaine) – un movimento che pone le imprese al centro della transizione. Nell’autunno 2023, sono stati avviati un audit del carbonio e studi sui consumi per garantire che le nostre pratiche siano sempre più ecologiche.

Qui il link Citè du Vin