Food Tourism Day | Bit 2019

Alla sua terza edizione il Food Tourism Day – BIt 2019 ha visto una grande affluenza. Tante le tematiche affrontate a partire dal Rapporto sul Turismo Enogastronomico Italiano 2019, panel tematici di grande attualità e speaker rappresentanti di associazioni ed alcune delle best practice italiane.
Cliccando sui nomi dei relatori sarà possibile scaricare le presentazioni che sono state rese disponibili.

I corsi di cucina: esperienze tra i fornelli in vacanza 

I corsi di cucina sono esperienze di grande appeal turistico. Il 57% dei turisti enogastronomici vorrebbe parteciparvi e il 18% ha fruito di questa esperienza nel corso dei suoi più recenti viaggi. Ma sono gli stranieri i viaggiatori che più apprezzano questa proposta. Dei 61 Tour Operator esteri che hanno partecipato alle fiere “Good Italy Workshop 2017” e “BITEG 2017” e con in catalogo esperienze a tema enogastronomico, la metà offre pacchetti con corsi di cucina in una destinazione italiana (Garibaldi, 2019)

Coordina: Roberta Garibaldi

Rapporto sul turismo enogastronomico italiano 2019: presentazione

Il Rapporto presenta i dati di settore aggiornati relativi alla domanda e all’offerta, rispetto a cui i vari autori si confrontano

Coordina: Roberta Garibaldi, autore del Rapporto

Relatori:

Turismo enogastronomico trend e tendenze: a colloquio con Erik Wolf, presidente World Food Travel Association

Per la prima volta in Italia, Erik Wolf – fondatore della World Food Travel Association e primo nel mondo ad avere sistematizzato il panorama del turismo enogastronomico – si confronta con Roberta Garibaldi stimolando un dibattito di confronto tra la situazione mondiale e quella italiana.

Coordina: Roberta Garibaldi

  • Erik Wolf, Presidente, World Food Travel Association

Il vino: driver di viaggio   

Il 56% dei turisti italiani ha visitato una cantina nel corso delle sue recenti vacanze e il 44% ha partecipato ad eventi e festival a tema (Garibaldi, 2019). Un forte interesse, testimoniato da più parti, che va oltre il semplice desiderio di degustare i vini locali, ma si traduce nel desiderio di vivere esperienze segmentate ed innovative. Tutto ciò sta inducendo ad un rinnovamento e ampliamento dell’offerta esistente

Coordina: Roberta Garibaldi

Turismo e olio, tra attività innovative, musei ed esperienze di visita

Un prodotto davvero unico per la nostra nazione, 825 mila le aziende olivicole in Italia espressione delle oltre 400 coltivazioni presenti sul territorio: un’opportunità di sviluppo, conservazione e tutela del patrimonio, ma anche di vivere esperienze enogastronomiche memorabili ed occasione di promozione.

Coordina: Roberta Garibaldi

Lo storytelling per le esperienze enogastronomiche. Come legare cultura e cibo?

Il 59% dei turisti italiani ritiene importante o importantissima la presenza di un’offerta enogastronomica di qualità o di esperienze legate all’enogastronomia. I dati del 2017 inoltre indicavano che il 66% riteneva che partecipare ad esperienze enogastronomiche aiuti a comprendere la cultura e l’identità locale (Garibaldi, 2019; 2018). Emerge così che l’esigenza di accompagnare nella scoperta dei prodotti del territorio, della loro produzione e storia. Come possiamo soddisfare al meglio questa nuova necessità? Attraverso quali strumenti?

Coordina: Roberta Garibaldi

  • Adriano Giannini, Ideatore Narratè©, CEO e Fondatore Narrafood
  • Daniela Mugnai, Titolare, COFFEE Comunicazione
  • Canzio Marcello Orlando, Co-fondatore e CEO Feedback, Producer del Cous Cous Fest
  • Nicoletta Polliotto, Curatrice Collana, DMT – Digital Marketing Turismo, Hoepli e Digital Project Manager, Muse Comunicazione