I segreti del turismo enogastronomico. I profili psico-culinari del viaggiatore: l’Italia si difende bene

La crescita del turismo enogastronomico

Cos’è un profilo psico-culinario? L’insieme di aspettative, gusti, esigenze che si può associare a ciascun turista in cerca di esperienze enogastronomiche durante i suoi viaggi intorno al mondo. Un turismo, quello legato alla buona tavola e alla scoperta dei prodotti del territorio, che i sondaggi ci dicono in crescita costante, particolarmente remunerativo per le realtà che decidono di scommettere su un’offerta enogastronomica mirata che comunichi i valori del territorio e della comunità locale. È quanto emerge dalla relazione Food Travel Monitor 2016, a opera della World Food Travel Association (Ong tra le principali autorità a livello mondiale sul turismo enogastronomico).

Per continuare a leggere, clicca qui.