Turismo enogastronomico Toscana

Una ricca tradizione enogastronomica quella che contraddistingue la Toscana, regione vitivinicola di pregio e terra di grandi sapori. Colline verdissime che si susseguono dove filari di vite e uliveti si alternano creando paesaggi spettacolari intervallate da città e borghi ricchissimi di arte e storia fino alla costa e alle isole.

Una tradizione variegata e diversificata tra le Valli, con diversi prodotti di eccellenza, la Finocchiona IGP, la Mortadella di Prato, il Prosciutto Toscano DOP, il Lardo di Colonnata IGP e il Pecorino Toscano DOP per citarne alcuni tra salumi e formaggi.

Una fetta di pane toscano DOP completamente privo di sale con un filo di olio extravergine del territorio, in Toscana si comincia in questo modo. Molto ampia l’offerta dei primi piatti che spaziano dai pici, i tipici spaghetti grossi fatti a mano con cacio e pepe del sud alle tagliatelle al sugo di cinghiale tipico della Maremma e ancora la Ribollita e l’intramontabile pappa con il pomodoro.

La carne è una vera e propria cultura, la bistecca alla fiorentina viene cotta alla brace o alla griglia, possibilmente di Chianina la razza bovina della Val di Chiana. Passiamo al pesce con il Caciucco, una zuppa di crostacei, molluschi e salsa di pomodoro servita sul pane abbrustolito.

Per finire la tradizione dolciaria propone i classici cantucci con le mandorle da inzuppare nel Vin Santo o il castagnaccio, una torta di farina di castagne.

La Toscana è una zona vitivinicola per eccellenza, qui nasce una vasta selezioni di vini che hanno reso l’Italia famosa nel mondo: dal Brunello di Montalcino al Nobile di Montepulciano passando per i rossi del Chianti.

Per lo street food la Toscana immancabile il panino tradizionale con il lampredotto o con la porchetta e una selezione di focacce o schiacciate.

I PRIMATI DELLA TOSCANA

L’offerta eno-gastro-turistica della Toscana dimostra la propria consistenza, posizionandosi al primo posto tra le regioni d’Italia, non solo per numero di agriturismi con alloggio, che sono ben 4.422 nel 2018 – con un incremento di ben 157 unità – ma anche in termini di agriturismi che offrono degustazione – sono 828 e registrano un +20% dal 2015 al 2018 -, così come per gli agriturismi che offrono esperienze (2.955). I musei legati al gusto in Toscana nel 2019 sono 13, seguendo solo il Piemonte e l’Emilia-Romagna, che ne hanno rispettivamente 17 e 15.

L’offerta ristorativa è assai apprezzata. Secondo Travel Appeal, si posiziona al secondo posto in Italia per sentimento positivo sulla qualità del cibo nelle recensioni dei ristoranti, con un valore di 87,9% (periodo Gennaio-Dicembre 2018). L’analisi delle recensioni sul portale TripAdvisor indica la città di Firenze tra le migliori in Italia e in Europa, con i suoi ristoranti che hanno ricevuto una valutazione media di 4,35/5 nel 2019; superiore a Roma, Napoli, Venezia e Milano in Italia, a Barcellona, Amsterdam, Londra, Berlino e Parigi in Europa.

La Toscana si colloca ai nei primi posti delle classifiche delle regioni italiane anche in termini di produzioni agroalimentari: al secondo posto per numero di PAT e per prodotti vitivinicoli a Indicazione Geografica, rispettivamente 461 e 58, e al quinto posto per prodotti agroalimentari a Indicazione Geografica. In particolare, i vini Chianti e Brunello di Montalcino sono risultati essere tra i primi dieci trend topic degli ultimi due mesi (15 Novembre 2019 – 15 Gennaio 2020) maggiormente ricercati dagli utenti di alcuni dei principali mercati di provenienza dei turisti – ossia Stati Uniti, Cina, Francia, Spagna, Germania e Regno Unito (dati SEMrush).

Una regione, dunque, che da molti anni sta investendo in questa tipologia d’offerta e lo dimostra attraverso la consistenza numerica, che le permette di posizionarsi nei primi posti delle classifiche italiane, grazie all’attenzione posta anche alla qualità e innovazione di prodotto.

A conferma di ciò è la prima posizione per numero di prenotazioni di Tour Gastronomici e Tour Enologici & Degustazione Vino sul portale TripAdvisor nel 2018. Inoltre, la Regione mette ben due esperienze a tema enogastronomico tra le prime dieci premiate in Italia con il Travelers’ Choice® Experiences 2019 di TripAdvisor: Lezione sulla pizza e sul gelato in un casolare toscano da Firenze e Degustazione di Chianti: formaggio toscano, vino e pranzo con partenza da Firenze. Non da ultimo, anche la spesa dei viaggiatori stranieri con motivazione eno-gastronomica, che fa registrare un incremento nel periodo 2015-2018, passando da 26,17 a 65,30 milioni di euro/annui (dati Banca d’Italia).